Vai ai contenuti principali

Autentica firme atti alienazione beni mobili

Autentica della sottoscrizione del venditore sul retro del certificato di proprietà dei beni mobili registrati, quali automobili o motoveicoli, per la pratica finalizzata alla vendita del mezzo.

Chi può farne richiesta

Ogni cittadino, proprietario di un bene mobile registrato, che intenda procedere alla vendita dello stesso, indipendentemente dal Comune di residenza.

I cittadini sono tenuti a presentarsi personalmente allo sportello, considerata la natura dell’autentica, consistente nell’attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell’identità del sottoscrivente.

Documentazione necessaria

  • documento di identità in corso di validità
  • certificato di proprietà del veicolo (modello NP-1B).

Nel caso in cui il proprietario del veicolo sia una persona giuridica (ad esempio una società), andrà esibita idonea documentazione atta a dimostrare il nominativo del rappresentate legale, il quale dovrà apporre la firma da autenticare.

Nel caso in cui il veicolo:

  • non possieda il certificato di proprietà, ma solo il "foglio complementare", la dichiarazione verrà formata con atto a parte dal venditore
  • possieda il certificato di proprietà digitale, non sarà possibile procedere all’autentica se non dopo che l’interessato abbia provveduto a richiedere la materializzazione del documento.

Costi e modalità di pagamento

Le autentiche relative agli atti di alienazione di beni mobili registrati sono soggette all'imposta di bollo, pari a €16,00, e al pagamento dei diritti di segreteria, pari a €0,52.

E’ possibile pagare direttamente allo sportello, in contanti o tramite POS, ed è necessario presentarsi muniti di marca da bollo.

Tempi del procedimento

L’autentica viene effettuata immediatamente.

Come fare/cosa fare

I cittadini sono tenuti a presentarsi personalmente allo sportello, considerata la natura dell’autentica consistente nell’attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell’identità del sottoscrivente.

Riferimenti normativi

Decreto Legge n. 223/2006 convertito in Legge n. 248/2006, Decreto del Presidente della Repubblica n. 642/1972.

Modulistica

Modulo pdf con campi compilabili.

Modulo pdf con campi compilabili.

Domande Frequenti

Accedi alla pagina delle FAQ: domande ricorrenti.

Ulteriori informazioni

Silenzio assenso o diniego: Non applicabile.

Servizi responsabili del procedimento per ambito territoriale:

  • Servizio Polifunzionale Castel Bolognese, Faenza e Solarolo
  • Servizio Polifunzionale Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme.

Potere sostitutivo: Sindaco quale Ufficiale di Governo e titolare della funzione.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale:

  • ricorso gerarchico al Prefetto
  • ricorso giurisdizionale al Tribunale Civile.

Autocertificazioni: NO.

Privacy: Il trattamento dei dati personali viene effettuato dall’Unione della Romagna Faentina alla quale i Comuni ad essa aderenti hanno delegato la gestione dei servizi, secondo le specifiche norme in materia sopra esposte. I dati raccolti vengono divulgati alle pubbliche amministrazioni coinvolte nei procedimenti anagrafici, come normativamente previsto

Data ultima modifica: 21 Agosto 2020