Vai ai contenuti principali

Statuto

Testo approvato nel 2011 dai Consigli delle Amministrazioni Comunali costituenti l’Unione.

TITOLO I°
PRINCIPI FONDAMENTALI

ART. 1
ISTITUZIONE DELL’UNIONE - DENOMINAZIONE – SEDE – STEMMA E GONFALONE
  1. In attuazione dell’art. 32 del Decreto Legislativo 18/8/2000 n. 267, tenuto presente quanto previsto dalla Legge Regionale 10/2008 di riordino territoriale e dalle discipline aventi per oggetto l’incentivazione dell’associazionismo locale, nonché dell’atto costitutivo, modificativo dell’atto Rep. N. 13723 del 4/6/2009, sottoscritto in data 30/11/2011 dai Sindaci dei Comuni di Faenza, Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme e Solarolo, è costituita tra i Comuni di Faenza, Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme e Solarolo, l’UNIONE DELLA ROMAGNA FAENTINA, di seguito brevemente indicata “Unione”.
  2. L’UNIONE DELLA ROMAGNA FAENTINA si costituisce a seguito dell’adesione deiComuni di Faenza, Castel Bolognese e Solarolo all’Unione dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme (già costituita tra i Comuni di Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme con atto Rep. N. 13723 del 4/6/2009 per subentrare alla disciolta Comunità Montana dell'Appennino Faentino ai sensi del D.P.G.R.E.R. n. 55 del 27/2/2009), che in sede di allargamento e di conseguente modifica del predetto atto costitutivo è stata ridenominata “Unione della Romagna Faentina”.
  3. L’Unione della Romagna Faentina resta titolare, senza soluzione di continuità, di tutti irapporti giuridici attivi e passivi e di tutte le funzioni amministrative conferite da Stato, Regione, Province e Comuni, intestati all’Unione dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme, in quanto l’allargamento della stessa non comporta variazione del soggetto giuridico ma esclusivamente variazione anagrafica dell’UNIONE DEI COMUNI DI BRISIGHELLA, CASOLA VALSENIO E RIOLO TERME in UNIONE DELLA ROMAGNA FAENTINA per effetto dell’ingresso dei Comuni di Faenza, Castel Bolognese e Solarolo.
  4. L’UNIONE DELLA ROMAGNA FAENTINA, costituita allo scopo di esercitare, in modo più adeguato di quanto non consentirebbe la frammentazione dei comuni membri, "funzioni proprie", "funzioni conferite" e funzioni comunali, e per la valorizzazione e la salvaguardia dei territori di montagna ai sensi dell’art. 44 della Costituzione, è un Ente Locale a cui si applicano, in quanto compatibili e se non diversamente disciplinate, i principi di cui al comma 5 dell’art. 32 del D.Lgs. 267/2000.
  5. L’Unione ha sede legale nel territorio del Comune di Faenza. I suoi organi possono riunirsi anche in sede diversa, purché ricompresa nell'ambito del territorio dell’Unione.
    Possono, altresì, essere istituite sedi e uffici distaccati nell’ambito del territorio di cui al successivo comma.
  6. L'ambito territoriale dell'Unione coincide con quello dei Comuni che la costituiscono.
  7. L’Unione, negli atti e nel sigillo, si identifica con il nome “UNIONE DELLA ROMAGNA FAENTINA”, e con lo stemma adottato con apposita deliberazione del Consiglio.
  8. L’Unione si identifica anche con il gonfalone dell’Ente. L’uso del gonfalone è disciplinato da apposito regolamento.

Leggi tutto...

Atto costitutivo e Statuto

Il Testo è stato approvato nel 2011 dai Consigli delle Amministrazioni Comunali costituenti l’Unione.

pdf, 2.318,85 kB Scarica