Vai ai contenuti principali

Donne: Libere e Protagoniste. Storie di impegno politico, sociale ed economico nella Romagna Faentina

Donne-Libere-e-Protagoniste.-Storie-di-impegno-politico-sociale-ed-economico-nella-Romagna-Faentina

In occasione del 75esimo anniversario del primo voto alle donne a livello locale e nazionale (elezioni amministrative, referendum istituzionale ed elezione dell'Assemblea costituente tenutisi fra il marzo e il giugno 1946), l’Unione della Romagna Faentina, con l’adesione dei Comuni aderenti, promuove un percorso organico di iniziative volto ad approfondire la conoscenza e la memoria di questo particolare evento storico attraverso il progetto “Donne: Libere e Protagoniste. Storie di impegno politico, sociale ed economico nella Romagna Faentina”.

Il progetto, collocatosi al primo posto del bando regionale di sostegno ad iniziative di valorizzazione e divulgazione della Memoria e della Storia del Novecento in attuazione della L.R. n. 3/2016, si rivolge a una molteplicità di pubblici differenti, proponendo in particolare le seguenti attività:

a) organizzazione di una mostra itinerante sul protagonismo politico, sociale ed economico delle donne della Romagna Faentina fra anni Quaranta e Sessanta, da ospitare in ciascun Comune dell’Unione nel periodo giugno – dicembre 2021 e da illustrare in visite guidate gratuite ed aperte alla cittadinanza, nel rispetto delle norme anti contagio;

b) promozione di una ricerca sulla presenza femminile nelle amministrazioni locali del Dopoguerra, studiando le biografie delle donne che hanno ricoperto la carica di consigliera o assessore comunale fra il 1946 e il 1961 (pubblicazione a cura dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età contemporanea a Ravenna e provincia, di cui i Comuni sono enti soci fondatori);

c) realizzazione di 8 clip video di approfondimento sulle tematiche del percorso (storie di donne impegnate nella Resistenza e nelle istituzioni, vicende di protagonismo ed emancipazione femminile nel mondo del lavoro e dell’economia locale, esempi di donne attive nel campo della solidarietà e della promozione dei diritti umani e sociali, ecc.) e divulgazione sulle pagine Facebook e YouTube dei Comuni aderenti;

d) realizzazione, in accordo con gli istituti scolastici del territorio, di laboratori didattici rivolti agli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e di secondo grado del territorio, inerenti la parità fra uomo e donna secondo i principi della Costituzione (scuole primarie), il percorso di emancipazione femminile nel corso del Novecento (scuole secondarie di primo grado), la concezione della donna durante il Ventennio attraverso la vicenda di 5 donne antifasciste faentine (scuole secondarie di secondo grado);

e) iniziative seminariali di approfondimento, rivolte a tutta la cittadinanza e organizzazione a cura dell’Associazione SOS Donna ODV (attiva sul territorio della Romagna Faentina nel campo del sostegno alle donne vittime di violenza e della prevenzione dei comportamenti discriminatori e sessisti, anche tramite iniziative di carattere culturale). Primo incontro: "Il contributo femminile all'Italia repubblicana" - giovedì 21 ottobre alle ore 18.00 presso la sala conferenze del Museo del Risorgimento e dell'Età Contemporanea - con Elda Guerra, Francesca Rescigno e Antonella Baccarini. Secondo incontro: "Donna. Storia e critica di un concetto polemico" - venerdì 12 novembre alle ore 18.30 presso il circolo ARCI prometeo - con Paola Rudan e Elisa Ottaviani. .

***

Iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio comunale di Faenza e dagli Assessori alle Pari opportunità dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Faenza, Riolo Terme e Solarolo

***

CONTATTI

Andrea Piazza – Responsabile del progetto
mail: andrea.piazza@romagnafaentina.it

***